IL LUXURY PERFUMERIE XERJOFF APRE A TORINO IL PRIMO STORE ITALIANO

Dopo l’inaugurazione dei primi monomarca a Londra da Harrods nel 2014 e in una delle città più lussuose del mondo, Dubai, il brand di luxury perfumerie XERJOFF torna dove tutto è iniziato, Torino, aprendo nella città che ne ha visto gli albori il primo store italiano, in Via Cavour 1.
Nato una decina di anni fa da un’idea del designer Sergio Momo, tuttora direttore creativo e ideatore anche del nuovo spazio torinese, il marchio è presente in 68 Paesi in tutto il mondo. La visione e conseguente intenzione del fondatore è stata fin da subito molto chiara, sviluppare fragranze di ricerca, tra materia e suggestione, che potessero essere il complemento ideale dei lifestyle più esclusivi, attraverso la combinazione di antiche abilità manifatturiere, materie prime rare e preziose e sensibilità artistica contemporanea.
Una scommessa vinta che insieme alla consolidata presenza e riconoscibilità internazionale maturata nel corso degli anni ha portato XERJOFF a essere sinonimo della più esclusiva luxury perfumery italiana, in cui convivono creazioni uniche e collezioni raffinate.
Il nuovo spazio torinese è sorto per riunire le quattro linee di fragranze Xerjoff, con le nuove collezioni Shooting Stars, JTC – Join the Club, Oud Stars, XJ Oud, 1861 e Casamorati, Kemi e Sospiro, facenti capo al marchio. Ciascuna di esse, pur mantenendo ben salda un’identità indipendente dalle altre, contribuisce in maniera differente e complementare all’interpretazione di una porzione della visione globale di questo universo olfattivo poliedrico. Un mondo in continua evoluzione che fa dell’esclusività il proprio filo conduttore, espresso anche dal nuovo negozio italiano, così come avvenuto con successo con i predecessori internazionali. Al suo interno i profumi dialogheranno via via con forme espressive e artistiche differenti, dai diversi linguaggi dell’arte all’alta gastronomia, dalla moda alle espressioni della creatività a 360°, in un gioco di contrasti ed esaltazioni sempre inedite.

Mostra social
Nascondi social