MOXY CHELSEA: UNA NEW YORK SEGRETA E INASPETTATA

Moxy Chelsea - New York
View Gallery
5 Photos
Moxy Chelsea - New York
MOXY CHELSEA: UNA NEW YORK SEGRETA E INASPETTATA
Moxy Chelsea - New York

Moxy Chelsea - New York
MOXY CHELSEA: UNA NEW YORK SEGRETA E INASPETTATA
Moxy Chelsea - New York

Moxy Chelsea - New York
MOXY CHELSEA: UNA NEW YORK SEGRETA E INASPETTATA
Moxy Chelsea - New York

Moxy Chelsea - New York
MOXY CHELSEA: UNA NEW YORK SEGRETA E INASPETTATA
Moxy Chelsea - New York

Moxy Chelsea - New York
MOXY CHELSEA: UNA NEW YORK SEGRETA E INASPETTATA
Moxy Chelsea - New York

Nascosto nel fermento dello storico quartiere dei fiori di New York, nel cuore di Manhattan, un incantevole giardino contemporaneo verticale avvolge le amenities esclusive che definiscono la squisita eleganza del Moxy Chelsea. Immaginati da uno degli studi più acclamati – Rockwell Group guidato dal pluripremiato architetto David Rockwell – il ristorante italiano Feroce, una dinamica lounge e la Fleur Room concepita sul rooftop e immersa in un panorama emozionante, svelano la loro ispirazione botanica interpretata attraverso la traslitterazione moderna del romanzo “The Secret Garden” della scrittrice britannica Frances Hodgson Burnett e della magnificienza di Villa Necchi Campiglio a Milano.

Un connubio creativo dedicato al viaggiatore contemporaneo o al sofisticato New Yorker alla ricerca di un’oasi esclusiva, esperenziale e inaspettata.

Una serie di stanze caratterizzate da dettagli ricercati scandiscono l’ambience del ristorante Feroce, inaugurato al piano terra dell’hotel, con il suo bar e la sua caffetteria “all’italiana”: tra una vasta collezione di caramelle, bottiglie per l’aperitivo, digestivi tradizionali dell’italian culture, l’intonaco veneziano alle pareti, i pavimenti in mosaico, i soffitti con volte a botte, le cromie accese, i lampadari dalle forme geometriche accentuate e un cortile all’aperto sono una reminiscenza dei raffinati locali milanesi e romani inaugurati nei primi del Novecento. Reminiscenze che si svelano anche nei manifesti vintage dei classici liquori italiani stemperati sulle pareti del privé del ristorante, decostruiti su larga scala con specchi antichi.

Un’atmosfera vintage che si respira anche al secondo piano, all’interno della Moxy Lounge, uno spazio dinamico e coreografico in cui si aprono il Winter Garden, spazi di lavoro, una sala relax costellata da arredi sofisticati, opere d’arte, caricature umoristiche… Ma è il Rooftop Bar che sorprende per i suoi panorami incantevoli sullo skyline di New York e sull’imponenza del suo simbolo, l’Empire State Building. La Fleur Room al 35mo piano, caratterizzata da elementi totemici bronzei, è un’autentica magia scandita da una vivace tavolozza di materiali e cromie: dal cemento grezzo alle finestre in stile industriale, dal bronzo lucidato agli elementi scultorei in resina con fiori incastonati, ogni dettaglio è ispirato al contesto del Flower District in cui sorge l’hotel. In un susseguirsi di elementi ricercati che trasformano il Moxy Chelsea in un vertical garden dall’allure immaginifica, in cui vivere Manhattan come un’oasi green.

Moxy Chelsea

105 W 28th St – New York

www.marriott.com

Mostra social
Nascondi social