DRIVER CONDITION MONITOR.LA TECNOLOGIA JAGUAR CHE NON FA ASSOPIRE AL VOLANTE

In una visione più ampia volta al miglioramento della vita dei guidatori e dei passeggeri, Jaguar ha sviluppato il Driver Condition Monitor, una tecnologia in grado di rilevare i segnali di sonnolenza e avvertire tempestivamente il conducente.

Basti pensare che nel Regno Unito, 1 conducente su 8 ha ammesso di essersi addormentato al volante della propria auto, il che rappresenta la causa principale del 25% degli incidenti mortali.

Il sistema riceve e analizza migliaia di input, alcuni dei quali vengono misurati ogni millesimo di secondo, tra cui quelli provenienti dall’Electronic Power Assisted Steering, dai pedali e dal complessivo andamento della guida. Complessi algoritmi analizzano tutti questi dati per determinare con precisione se il conducente è in una condizione di affaticamento.

Disponibile di serie sulla E-PACE e su tutte le altre vetture della gamma Jaguar, il Driver Condition Monitor rileva se il guidatore inizia a mostrare segni si sonnolenza e, se necessario, lo allerta tempestivamente al fine di incoraggiarlo ad effettuare una pausa di viaggio. Ad esempio, sul quadro strumenti della E-PACE viene visualizzata l’icona di una tazza di caffè a cui, al bisogno, viene associato un avvertimento sonoro.

La Jaguar E-PACE è inoltre dotata di una serie di altri avanzati sistemi di assistenza alla guida, pensati per la protezione del guidatore e dei passeggeri. Le dotazioni di serie su tutti i modelli Jaguar comprendono l’Automated Emergency Braking, il Lane Keep Assist, il Cruise Control con Speed Limiter, l’assistenza al parcheggio anteriore e posteriore e la telecamera posteriore.

Mostra social
Nascondi social